EVENTI 2019 - Assoeventi Spettacoli & Cultura FVG

Vai ai contenuti

Menu principale:

EVENTI 2019

                                   LE DONNE DEL JAZZ  Terza Edizione
                                                 G R A D O  2 0 1 9


Nel quadro dell’impegno che ASSOEVENTI dedica alla promozione della cultura musicale, si inserisce la terza Edizione del Festival “LE DONNE DEL JAZZ” che vuole ribadire l’interesse dell’Associazione nel proporre programmi musicali in grado di concentrare l’attenzione degli spettatori su aspetti diversi che attengono sia all’arte sia alla valorizzazione delle figure che la diffondono: in questo caso il pianeta donna. Con il Festival“LE DONNE DEL JAZZ”, che nelle 2 edizioni precedenti ha ottenuto uno straordinario successo di pubblico e di critica, si continuerà a tener conto delle esperienze artistiche delle donne che interpretano il jazz, mettendole al centro dell’interesse del pubblico, ognuna con il proprio carico di esperienze maturate sui palcoscenici nazionali ed internazionali.
Da qui l’opportunità per Grado, Città che dal 2017 ospita l’evento, di continuare a far propria una proposta di alto livello artistico che valorizza l’universo femminile, considerato sempre di secondo piano nel panorama musicale, soprattutto in questo genere musicale.
Il programma sarà articolato, come nelle precedenti edizioni, in tre serate, volendo dare spazio ad artiste di diversa provenienza e stile, cosa  che il pubblico ha già molto gradito in questi anni, avendo avuto la possibilità di fare un viaggio tra i grandi brani del jazz che hanno fatto la storia della musica. Tre serate  una di seguito all’altra che possono continuare a fornire l’occasione agli spettatori di trascorrere un intero fine settimana nella città di Grado, con la possibilità di fruire della grande accoglienza degli alberghi e delle strutture ricettive dell’intero comprensorio. Attraverso una compagna promozionale di buon livello si potrà diffondere la qualità dell’evento e quella dell’Isola, presentandola come una Città sensibile alle proposte artistiche ma anche a quelle sociali dando spazio a interpreti femminili e voce alla donna quale espressione di un mondo che le ha viste sempre relegate ad un ruolo in sordina rispetto all’universo di interpreti maschili.
La bravura delle artiste presenti, la bellezza della location, il periodo in cui si inserisce l’evento (fine luglio) sapranno essere il mix determinante per confermare il successo delle precedenti edizioni della manifestazione, per regalare agli ospiti di Grado un fine settimana diverso, stimolante e ricco di cultura.

IL PROGRAMMA
Il Festival verrà programmato in tre serate: qui di seguito le date e le artiste proposte.

Giovedì 25 Luglio   ore 21.30
Teatro Parco delle Rose

MUSICAL IN JAZZ - Daniela Pobega e Stefania Seculin - Sestetto

Venerdì 26 Luglio ore 21.30
Teatro Parco delle Rose

SHERRITA DURAN - Quartetto

Sabato 27 Luglio ore 21.30
Teatro Parco delle Rose

CHERYL PORTER   con  L’ORCHESTRA JAZZ DEL VENETO.  

Giovedì 25 Luglio   ore 21.30
Teatro Parco delle Rose

MUSICAL IN JAZZ
- Daniela Pobega e Stefania Seculin - Sestetto
Le due artiste, nate professionalmente a Trieste, dopo vari  successi internazionali, questa estate ritorneranno in FVG, nella bellissima Grado, per una serata emozionante, da non perdere.
Daniela Pobega e Stefania Seculin, Performer di Musical, affermate e apprezzate in tutto il mondo, saranno accompagnate da Marco Ballaben al pianoforte, Alessandro Leonzioni al basso e Paolo Muscovi alla batteria, un organico jazz di grande profilo, con l’innesto di altri prestigiosi musicisti. Le due artiste ci racconteranno come in verità la maggior parte dei pezzi jazz più conosciuti al giorno d’oggi ed interpretati da icone come Ella Fitzgerald, Frank Sinatra, Barbara Streisand, nascano in realtà come brani composti per i più famosi musical.  In programma per la serata troviamo canzoni dello scenario dell’America degli anni ’20: brani di George Gershwin, Cole Porter,  Jerome Kern... famosi come "Summertime", "Someone to Watch Over Me", "Embraceable You" e "Can’t Help Lovin’ Dat Man of Mine"...

Daniela Pobega
nata in Brasile, muove i suoi primi passi in campo artistico a Trieste. In seguito studia in prestigiose scuole, con figure di rilievo, da New York a Londra. Debutta in teatro con "Sogno di una notte di mezza estate" in Spagna. Nella sua carriera è interprete di diversi ruoli importanti come la Fata Turchina in "Pinocchio, il grande musical", rappresentato anche a Seul e New York, in "Jesus Christ Superstar" entrambi con la compagnia della Rancia, nella "Piccola bottega degli orrori" di Bellone e Secoli.... Dopo molti altri ruoli anche in Spagna e le apparizioni al Rossetti di Trieste in Musical Starts e in Flashdance, i produttori inglesi le offrono l’opportunità di interpretare nuovamente il ruolo di Elizabeth (Flashdance), nel UK Tour e al Phoenix Theatre di Londra (West End).
Stefania Seculin cantante e attrice specializzata in musical, diplomata alla Bernstein School of Musical Theater di Bologna, spazia tra vari generi musicali: dal pop, all’opera, all’operetta, al jazz. Nella sua carriera lavora come performer presso la compagnia See Live Tivoli di Amburgo, in Spagna dove ha appena terminato un tour con il progetto musicale Cantajuego della Sony e in altri spettacoli in tutta Europa e oltreoceano. In particolare nel 2016, canta al Lincoln Center di New York come corista e nella produzione tedesca di "Titanic" nel ruolo di protagonista in scena sul palco open-air in Svizzera. È inoltre docente di canto e autrice-protagonista dello spettacolo MarlenEdith, tributo a Marlene Dietrich e Edith Piaf.

Sabato 27 Luglio ore 21.30
Teatro Parco delle Rose

CHERYL PORTER
  con  L’ORCHESTRA JAZZ DEL VENETO

"LA MIA MINA" è il titolo dell’emozionante concerto in omaggio a MIA MARTINI e MINA, interpretato dalla potente voce di Cheryl Porter.
Con "La mia Mina", la nota cantante internazionale Cheryl Porter, originaria di Chicago e stabilitasi in Italia da un ventennio, ci propone un tributo a due interpreti femminili che in particolar modo hanno saputo trovare un posto nel cuore e nei ricordi degli italiani, da tutti riconosciute  tra le più rappresentative della canzone italiana della seconda metà del Novecento:  Mina e Mia Martini. Un progetto artistico davvero bello, interessante ed elegante in cui, avvalendosi di una preziosa vena interpretativa, la Porter reinventa canzoni fino ad ora considerate appannaggio esclusivo degli interpreti italiani, aggiungendovi, in modo personale,  un leggero  tocco di Jazz .
Ed è così che canzoni come Almeno tu nell'universo, Gli uomini non cambiano, Libera, Notturno, e poi ancora Grande Grande Grande, Se telefonando, Nessuno, E se domani, Tintarella di luna... riemergono con la stessa grande forza evocativa ma con un nuovo sapore, in sinergia nel disegnare il filo conduttore della serata: un tributo a Mia Martini e a Mina inteso come omaggio alla Donna, al suo coraggio e al suo modo d'amare.
Cheryl Porter sarà accompagnata sul palco  dall’
L'Orchestra Jazz del Veneto che riunisce in un organico stabile i più importanti musicisti jazz dell'area veneta.



L'Orchestra Jazz del Veneto
riunisce in un organico stabile i più importanti musicisti jazz dell'area veneta coinvolgendo all'incirca una trentina di artisti che poi si esibiscono in organici differenti a seconda dei vari repertori con l'obiettivo di diffondere il movimento jazzistico veneto e i suoi artisti più rappresentativi su tutto il territorio nazionale e anche all'estero.
L’Orchestra vanta importanti concerti in prestigiose rassegne e festival in Italia e all'estero con la partecipazione in alcuni casi di special guest d'eccezione. Tra le recenti apparizioni live dell'OJV ricordiamo la partecipazione, in rappresentanza del Veneto, alla maratona musicale "Il jazz italiano per L'Aquila" organizzata nel 2015 dal Ministero dei Beni Culturali. L'orchestra, composta da alcuni tra i più importanti musicisti del panorama jazzistico nazionale, ha inoltre partecipato all'International Jazz Festival di Minsk chiudendo l'edizione 2016 di fronte a oltre 12.000 spettatori.





Concerto - tributo a FABRIZIO DE ANDRE’a vent’anni dalla sua scomparsa


Nel programma delle manifestazioni culturali che Grado offre ai propri ospiti durante la stagione estiva, non poteva mancare, quest’anno, una serata dedicata ad uno degli artisti più importanti che la musica italiana ha avuto in questi ultimi cinquant’anni. Parliamo di Fabrizio De Andrè, cantautore di grandissimo di livello, che ci ha  lasciato vent’anni fa, rendendoci eredi di un patrimonio musicale di inestimabile valore. Per questo Assoeventi propone un’ importante serata-evento, per percorrere insieme al pubblico un viaggio attraverso le opere di Fabrizio De Andrè.
Nel caso della serata dedicata a Faber si riverseranno sulla diga moltissimi fans di quello che è stato un grande della canzone d’autore italiana, ricordando l’anniversario della scomparsa del loro beniamino. Sarà un vero grande tributo ad un personaggio unico e indimenticabile.
Sono passati vent’anni dalla scomparsa di Faber e riproporre la sua musica con un’ orchestra  diretta da Pier Michelatti, storico bassista e compagno di viaggio per anni del cantautore genovese, per il pubblico dei suoi ammiratori, per Grado, sarà un momento di intensa commozione.

                                                             

                                                FABER PER SEMPRE
                                                     Concerto dedicato a
                                       FABRIZIO DE ANDRE’
                                              a 20 anni dalla sua scomparsa

                                             
                                              
Domenica  4 Agosto   ore 21.30
                                                           Teatro Parco delle Rose



Uno straordinario concerto, proposto dall’Orchestra FABER per SEMPRE e dedicato all’indimenticabile  Fabrizio De Andrè, a 20 anni dalla sua scomparsa; un repertorio senza tempo eseguito con affetto da un gruppo di musicisti diretti da Pier Michelatti, storico bassista del cantautore genovese. Molto di più di un semplice tributo: il repertorio di Faber viene riproposto da chi è stato il suo compagno di viaggio per anni, e vuole condividere  le emozioni e l'intensità di questa esperienza.
Un progetto dall'alto contenuto artistico,  patrocinato dalla Fondazione De Andrè, che  si colloca tra i tributi più significativi in circuitazione. Le canzoni dello spettacolo pescano dall'intera carriera di Fabrizio De Andrè, un vero e proprio canzoniere Popolare di grande qualità presente nell'immaginario collettivo, proponendone non solo le pagine più famose ("Il Pescatore", "Via del Campo", "La canzone di Marinella",
"Bocca di rosa",) ma anche brani del primo periodo o eseguiti di rado dal vivo dal cantautore genovese ("Rimini", "Giugno ‘73"). Non mancheranno anche momenti di scambio diretto col pubblico quando Pier Michelatti lascerà il suo strumento  per passare al microfono e raccontare aneddoti, sensazioni e ricordi del pezzo di strada percorso insieme a Fabrizio De Andrè .
Sono passati vent’anni dalla scomparsa di Faber e riproporre la sua musica, per il pubblico dei suoi ammiratori, sarà un momento di grande commozione, segno di riconoscenza verso colui che ha saputo magistralmente scrivere ed interpretare i sentimenti e le speranze di moltissime persone.






 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu